Contattaci ora :
800 402 634

CESSIONI DEL QUINTO: ILLECITI E RIMBORSI

Con il contratto di mutuo dietro cessione del V dello stipendio ovvero della pensione il dipendente o il pensionato accede a forme di finanziamento che come noto sono molto convenienti soprattutto per quanto riguarda le modalità di rimborso a mezzo trattenuta di una quota (quota cedibile) sull’importo dello stipendio o della pensione stessa.

Non tutti sanno che le banche e finanziarie, approfittano delle garanzie date dal datore di lavoro e dalla solidità del rapporto lavorativo del debitore per “caricare” il monte del lordo finanziato, con molti oneri, in alcuni casi illegittimi ovvero non dovuti.

In altri casi, poi, l’illecito commesso dagl’intermediari finanziari “raddoppia” in occasione dei cosiddetti “rinnovi”, ossia, quando prima della naturale estinzione di un finanziamento il debitore si faccia rifinanziare la cifra estinguendo il precedente contratto. In tali occasioni, dovranno essere stornate alcune somme ai clienti che nel migliore dei casi vengono rimborsate solo in parte.

Quando è possibile ottenere il rimborso? Basta sapere di aver stipulato contratti di Cessione del V dello stipendio e della Pensione più volte nel corso egli ultimi 10 anni……….e sottoscrivere un mandato per effettuare lo screening e la ricerca di tutti gli atti sottoscritti. Sarà nostra cura analizzare i contratti e procedere alla domanda di rimborso.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *